OmniAuto.it
Iveco Stralis Hi-Way 40th - Galleria Attualità e Mercato
Cresce la domanda dei veicoli professionali - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 1

26 giugno 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Cresce la domanda dei veicoli professionali

Maggio è il quinto mese di progressione del comparto in Europa, ma la crescita rallenta

Quinto mese di crescita consecutivo in maggio per il mercato europeo dei veicoli professionali. L'ACEA, l'organizzazione che rappresenta i Costruttori che operano nel Vecchio Continente, ha ufficializzato un aumento del 6% (la più bassa del 2015) a quota 160.550 esemplari immatricolati. In Italia i volumi aumentano, ma meno della media (+3%) con oltre 12.300 unità vendute. In Germania (-9,1%) e Francia (-5,6%) le cose vanno anche peggio, mentre gli aumenti percentuali più importanti fra i mercati di peso sono sempre quelli di Spagna (+30,1%) e Regno Unito (17,4%)

REGNO UNITO PRIMO MERCATO DEL 2015
Dall'inizio dell'anno, la domanda di veicoli da lavoro (industriali, commerciali leggeri e medi e bus) in Europa è salita dell'11,6% sfiorando le 833mila immatricolazioni. Tra gennaio e maggio, due soli mercati hanno subito una contrazione: quello della Francia (-1%) e quello della Slovenia (-5,5%). In Spagna le consegne sono lievitate del 34,1% e nel Regno Unito del 22,6% fino a diventare il primo mercato del comparto nel Vecchio Continente scavalcando la Francia di circa mille unità a quota 171mila). Le vendite sono salite anche in Italia (+7.5%) e Germania (+3.4%).

LCV, FRANCIA E GERMANIA IN RETRO
Le immatricolazioni dei veicoli commerciali leggeri hanno raggiunto le 131.883 unità in maggio con una progressione del 4.3%, la più contenuta da almeno un anno a questa parte anche se si tratta del ventunesimo mese archiviato con un saldo attivo. La Spagna guida la "riscossa" con un +24,3% seguita dal Regno Unito (+15,1%) e dall'Italia (+3%), solo per citare i grandi mercati, perché altri, soprattutto dell'Est, vanno oltre il +30%. Francia e Germania faticano anche sugli LCV, rispettivamente -8,5% e -10%.

DA INIZIO ANNO ITALIA A +7,1%
Tra gennaio e maggio 2015 le registrazioni totali sono state poco meno di 691mila con un aumento dell'11,4% dei volumi. Oltre a Francia e Slovenia, in questo segmento anche la Croazia ha un saldo negativo (-1,8%). Grecia e Irlanda, entrambe con immatricolazioni schizzate del 55%, sono i Paesi cresciuti percentualmente di più. La Spagna (quarta) con quasi 62mila unità (+33,5%) ha staccato l'Italia (meno di 52mila, ma + 7,1%) e il Regno Unito (+20,7%) tallona la Francia (ancora prima) con appena un centinaio di commerciali leggeri venduti in più. Il sorpasso avverrà il prossimo mese.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino