OmniAuto.it
Renault T520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi
Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 1 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 2 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 3 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 4 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 5 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 6 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 7 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 8 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 9 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 10 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 11 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 12 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 13 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 14 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 15 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 16 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 17 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 18 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 19 Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa - Galleria Eventi- Thumb 20

19 maggio 2015
di E.M.
tag: Eventi, Renault Trucks

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Renault Trucks T 520 HSC sulla Cisa

Il più moderno veicolo della Losanga torna sulla storica statale per testare l'impatto della tecnologia

Quando la modernità "incontra" il passato Renault Trucks T 529 HSC, la punta di diamante dell'evoluzione nel campo dei trasporti su gomma della Losanga, ha percorso la statale della Cisa, un tracciato "storico" e impegnativo che qualche anziano camionista ricorda ancora per la fatica che richiedeva. La filiale italiana del Costruttore francese controllato da Volvo Trucks ha spedito un T 529 HSC lungo quell'arteria costellata ancora da 11 case cantoniere (in 35 chilometri) per capire come sarebbe stato diverso il compito degli autisti di qualche decennio fa se avessero avuto a disposizione le tecnologie di oggi.

SETTE ANNI DI RICERCA E SVILUPPO
Figlio di sette anni di ricerca, sviluppo, progettazione e test, il truck Renault T 520 HSC dispone di un motore Euro 6 DTI 13 da 530 cavalli con una coppia massima di 2.550 Nm abbinato a un b>cambio robotizzato Optidriver a dodici rapporti (più tre in retromarcia) e a un sistema di rallentamento formato dal freno motore Optibrake+ e dal rallentatore idraulico Voith. Un "armamentario" hi-tech combinato con la High Sleeper Cab, la più spaziosa della gamma con sospensione a quattro cuscini pneumatici e sedile del conducente pneumatico, aerato e termico.

TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEGLI AUTISTI
Sin dall'inizio del viaggio, grazie al volante regolabile con comandi integrati (velocità e telefono), tutto è più semplice, anche grazie ai due display HD da sette pollici, uno al centro del cruscotto e uno sulla parte destra della plancia. Imboccare la strada giusta non è complicato né lo è prendere le misure al veicolo perché oltre all'ampio parabrezza ci sono cinque specchi: due retrovisori per ogni lato (principale e grandangolare) e un antevisore. Dal punto di vista dell'andatura, la funzione Optiroll consente di viaggiare sulle lievi discese senza marcia inserita, garantendo un consumo di carburante praticamente nullo sfruttando l'inerzia. Il sistema si disinserisce immediatamente ogni volta che l'autista interviene, toccando il pedale freno o quello dell'acceleratore. Di aiuto è pure il regolatore adattivo di velocità che non solo rallenta, ma arriva anche a frenare se dall'analisi dei dati emerge il rischio di tamponamento.

VELOCE E SICURO
Sparito il pedale della frizione, il piede sinistro di chi sta al volante può stare a riposo, mentre una volta doveva fare gli straordinari per tutte le cambiate necessarie lungo tornanti e curve della statale della Cisa. E il cambio è stato sostituito dalla trasmissione robotizzata Optidriver che lavora autonomamente. Grazie al servosterzo non è necessario (non più) essere Braccio di Ferro per governare il veicolo e per le difficili ripartenzE, oggi c'è l'Hill Start Aid. A quota 1.041 metri, al valico, un omaggio alla targa che ricorda il pilota della MotoGP Marco Simoncelli prima di imboccare la discesa. Che è agevolata ancora dall'Optidriver e dal freno motore Optibrake+: "Praticamente, si può scendere dalla Cisa senza toccare il pedale del freno", spiega Renault Trucks. Il tutto a velocità superiori, ma con maggiore sicurezza rispetto al passato. Anche di notte o in condizioni di scarsa visibilità grazie aii fari allo Xeno a elevata illuminazione in profondità e ampiezza e con il faro di svolta.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino