OmniAuto.it
Renault Trucks, saltano altri 512 posti - Attualità e Mercato

18 maggio 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato, Renault Trucks

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Renault Trucks, saltano altri 512 posti

Volvo Trucks, pur triplcando l'utile nel primo trimestre 2015, vuole ridurre l'organico francese. Valls si oppone

Sacrifici in casa Renault Trucks. Li vuole imporre la proprietà, cioè gli svedesi di Volvo Trucks, che intende così aumentare la redditività. I sacrifici, naturalmente, riguardano il personale: devono venire tagliati 591 posti di lavoro, bilanciati da 79 assunzioni. Significa una sforbiciata di 512 addetti che si sommano ai 508 occupati in meno per effetto della soppressione di altrettante posizioni avvenuta nel marzo del 2014. Ma finora la "cura dimagrante" era stata portata a termine senza licenziamenti.

"È UN PIANO INACCETTABILE"
Si tratterebbe del taglio del 5,7% del totale dei lavoratori francesi di Renault Trucks, attualmente 8.900. Il piano è piaciuto poco alla Società francese che, dall'inizio dell'anno, ha contribuito in maniera significativa alla ripresa dei volumi del gruppo: +35% di vendite nel primo trimestre del 2015, ma ancora meno al primo ministro Manuel Valls e al suo ministro dell'industria, il 38enne Emmanuel Macron. "Non possiamo accettare il piano che ci è stato presentato", ha dichiarato Valls. "Vogliamo incontrare i vertici del Gruppo il più presto possibile", ha aggiunto Macron.

STATO HA VENDUTO ULTIME QUOTE NEL 2012
Ma il governo ha le armi spuntate nel confronto con Volvo perché, a differenza di quanto ha fatto con la società automobilistica di Renault, che ha dato vita all'Alleanza con Nissan, lo Stato non ha più quote nel Gruppo. Le ultime azioni del Costruttore di veicoli industriali sono state cedute nel 2012. La contrarietà al nuovo piano di ristrutturazione è motivata dal fatto che Volvo Trucks, dopo alcuni anni difficili, ha cominciato bene il 2015 con un utile di netto di 457 milioni di euro, quasi quattro volte tanto quello dello stesso periodo del 2014. E, soprattutto, il margine operativo che tanto sta a cuore agli azionisti, è salito al 9,1%.

ESODO DI "COLLETTI BIANCHI"
I più penalizzati sono i colletti bianchi di Renault Trucks: nella direzione commerciale salteranno 438 posti, praticamente la metà del totale. Colpito duramente anche l'ufficio studi, che dovrà limare 65 posizioni. La strategia globale di Volvo prevede anche l'esternalizzazione dei servizi informatici, in pratica un esodo di 2.000 occupati che in Francia significano altri 200 posti aggiuntivi. Secondo alcune stime, fra i 300 e i 350 volontari potrebbero essere disposti ad andarsene "spontaneamente" beneficiando del piano di incentivi, mentre secondo altri, il numero sarebbe decisamente inferiore (150/200 non di più). Significa che scatterebbero i licenziamenti, evitati finora.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino