OmniAuto.it
Conclusioni su Transpotec 2.0 - Eventi

24 novembre 2010
di Nicola Minimi
tag: Eventi

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Conclusioni su Transpotec 2.0

Successo dell’evento organizzato da Fiera Milano per sostenere un settore in forte difficoltà

Si è concluso alla Fiera di Milano, venerdì scorso, 21 novembre, l’evento dedicato alla logistica e all’autotrasporto Transpotec 2.0.
Dopo la presentazione del Piano della Logistica e a distanza di pochi mesi della
pubblicazione della legge 127, destinata a rifondare il rapporto tra le parti e a dare
orientamenti certi al settore, quello milanese è da considerarsi il primo vero momento di
confronto a 360°. A fare da padrone di casa, Fabio Dadati, amministratore di Fiera Milano Tl. Ti. Expo spa, società organizzatrice di Transpotec Logitec, Salone internazionale dell’Autotrasporto.

STATI GENERALI DELLA LOGISTICA
Il 19 novembre, l’evento d’apertura, gli Stati Generali della Logistica, ha avuto il suo momento clou nella relazione di Bartolomeo Giachino, seguita dall’intervento del professor Rocco Giordano, una delle massime autorità nel settore, che da anni segue per la Consulta dell’Autotrasporto, le problematiche di sistema e contingenti del settore.
In particolare, sono 47 le scelte operative strategiche indicate dal sottosegretario come indispensabili per incrementare l’efficienza logistica del Paese.
Un dato sconcertante emerso è che il costo dell’inefficienza logistica del Paese è di 40 miliardi. Opinione dei relatori è che sia possibile recuperare il dieci per cento per anno, risparmiando una cifra che vale circa l'1% del PIL.
Grande attenzione è stata rivolta al tema della regolamentazione della logistica dell’ultimo miglio, sul quale si è soffermato Raffaele Cattaneo, assessore regionale Infrastrutture e Trasporti della Regione Lombardia.

STATI GENERALI DELL’AUTOTRASPORTO
Il 21 novembre il Ministro dei Trasporti, Altero Matteoli con il Sottosegretario Bartolomeo Giachino, il Vice Presidente di Confindustria, Cesare Trevisani e il Direttore Politiche Territoriali Giuseppe Mele, e tutte le principali associazioni di categoria, erano presenti nel pomeriggio, agli Stati Generali dell’Autotrasporto.
All’incontro il Ministro Matteoli ha ribadito la centralità del Piano quale strumento per sanare la filiera, elemento indispensabile per equiparare il costo del trasporto agli altri Paesi europei. Di grande interesse l’intervento di Cesare Trevisani riguardo le nuove norme (accordi di settore, tariffe minime) che tende la mano agli autotrasportatori, lasciando intendere che esistono margini per un accordo duraturo ed equilibrato, purché il trasporto abbia regole certe e le infrastrutture diventino fatto reale.
Oltre alle associazioni di categoria (Fedit, Legacoopservizi), Fita Cna, Confartigianato Trasporti, Anita, Trasporto Unito, Fai) significativa la presenza e la partecipazione attiva dei rappresenti di Anfia e Unrae, ovvero i costruttori di veicoli italiani ed esteri.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino