OmniAuto.it
Platooning, prove di guida autonoma - Attualità e Mercato

22 aprile 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Platooning, prove di guida autonoma

L'austriaca Kapsch TrafficCom fornisce la tecnologia per la comunicazione tra veicoli del “convoglio” e con le infrastrutture

C'è anche il cosiddetto "platooning” nel futuro del trasporto merci su gomma, la cui tecnologia potrebbe venire messa in produzione già entro i prossimi 5 anni. La società austriaca Kapsch TrafficCom lo ha sperimentato nel circuito prova AstaZero, in Svezia. Il sistema simula una sorta di convoglio di veicoli che procedono su strade pubbliche alla stessa distanza e alla stessa velocità in cui solo il primo è effettivamente guidato. Una funzione sostanzialmente analoga a quella testata nell'ambito del progetto SARTRE che, fa sapere Kapsch TrafficCom, potrebbe trovare "applicazione nel settore dei veicoli commerciali prima che in quello dei veicoli privati". Mediante il platooning vengono collegati diversi veicoli in un "treno" in cui solo il primo della fila è effettivamente controllato da un conducente. Kapsch fornisce l’equipaggiamento V2X per consentire la comunicazione tra veicoli e infrastruttura (V2I o Vehicle To Infrastructure) e tra veicolo e veicolo (V2V o Vehicle To Vehicle).

MEZZI INTERCONNESSI CHE SEGUONO VEICOLO LEADER
La tecnologia V2X permette ai mezzi interconnessi di seguire automaticamente un mezzo leader e di copiarne il comportamento, accelerando, frenando e girando nello stesso identico modo, così da mantenere una distanza fissa e velocità costante. “Il platooning è un’opportunità di applicazione fantastica per la seconda generazione delle tecnologie V2X, di cui dimostra l’enorme potenziale e la versatilità”, ha assicurato Adam Tengblad, responsabile del Product Management di Kapsch TrafficCom Svezia. La società ha messo a disposizione il V2X EVK-3300 come piattaforma di comunicazione tra i veicoli. Il sistema è basato sullo standard IEEE 802.11p(una variante di Wi-Fi adattata a connessioni ad hoc) per gestire i dati provenienti dal sensore e i segnali radio.

CONSUMI RIDOTTI TRA IL 5 E IL 20%
Una volta affinato e ottenute le necessarie coperture legislative (è un sistema che di fatto anticipa la guida autonoma), il platooning consente la formazione e la conduzione di convogli composti da un numero anche elevato di veicoli, anche se dal punto di vista pratico saranno circa una decina. Le prove hanno confermato la possibilità di ridurre i consumi di carburante tra il 5 e il 20% e quindi di abbattere le emissioni nocive grazie al contenimento del coefficiente complessivo, grazie al cosiddetto "effetto scia".

PRODUZIONE IN SERIE ENTRO 5 ANNI
"Fino a quando la robotica non permetterà un’esperienza di guida totalmente autonoma, il platooning è una soluzione ibrida molto valida", ha sottolineato Tengblad. "In questo caso i benefici dell’automatizzazione vengono combinati con la fiducia che riponiamo naturalmente nella capacità e nel giudizio di un uomo alla guida di un veicolo". I test scandinavi, informa Kapsch TrafficCom, hanno evidenziato che la tecnologia potrebbe essere pronta per la produzione nei prossimi cinque anni.

Platooning, prove di guida autonoma

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino