OmniAuto.it
Mercato, luci e ombre del 2014 - Approfondimenti

31 marzo 2015
di E.M.
tag: Approfondimenti

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Mercato, luci e ombre del 2014

Secondo il dati dell'Organizzazione Internazionale dei Costruttori di Autoveicoli nel 2014 sono stati fabbricati 18 milioni di LCV, ma ne sono stati immatricolati 23 milioni

Nel 2014 a livello mondiale sono stati fabbricati 18.109.255 veicoli commerciali leggeri, il 2,7% in più rispetto al 2013 e praticamente un quinto della produzione planetaria di veicoli che ha sfiorato i 90 milioni di unità (+2,6%). Le immatricolazioni sono però state nettamente superiori, oltre 23 milioni.

GRAVI CONTRACCOLPI ALL'EST CON LA CRISI RUSSIA/UCRAINA
L'Europa ha contribuito alla produzione con oltre 2,1 milioni di LCV (2.420.824 unità consegnate: nel 2008 erano ancora oltre 3 milioni) assicurando una crescita percentuale superiore: +3,9%. In realtà, i volumi produttivi sono lievitati praticamente solo nei paesi dell'UE: +13,9% nel sistema a 15 Paesi e +13,9% in quella a 27. L'Europa dell'Est è stata gravemente colpita dalla crisi politico/diplomatica fra Ucraina e Russia. Nei due Paesi la produzione è crollata rispettivamente del 40,7% (anche se in valori assoluti si tratta di numeri limitati, da 870 a 516 mezzi) e del 27,8% (a meno di 121.600 unità).

SPAGNA “FABBRICA” D'EUROPA, SUPERATA LA TURCHIA
La Spagna guida la riscossa "commerciale" con un aumento dei volumi del 23,9% a quota 477.097 esemplari, strappando così il primato che, fino al 2013, apparteneva alla Turchia con 448.306. In Turchia, al contrario, lo scorso anno la produzione ha subito una contrazione dell'11,8% a poco più di 395mila unità. Cali pesanti anche nei paesi dell'ex Jugolsavia (Serbia a parte) e in Slovenia (quasi il 99% in meno), oltre che nel Regno Unito (-19,7%) dove il redditizio mercato dell'auto ha soppiantato quello dei commerciali. L'Italia è il quinto produttore a livello continentale con 270.970 esemplari (+14,%). Dopo Spagna e Turchia ci sono Francia (322.000, +14,2%) e Germania (303.522, +9,1%).

USA, MESSICO E CANADA VALGONO 60% PRODUZIONE GLOBALE
Gli Stati Uniti sono il maggior produttore al mondo con 7,118 milioni (+10,4%) fabbricati. L'area NAFTA (che include anche Canada e Messico) vale da sola quasi il 60% della produzione mondiale e anche il 46% delle vendite. Lo scorso anno in Cina sono stati fabbricati "solo" 1,87 milioni di veicoli commerciali leggeri, ma ne sono stati consegnati 3,97 milioni, quasi la metà dell'intera area Asia, Oceania e Medio Oriente. In Iran la crescita della produzione è stata del 41% (quasi 149.000 esemplari) non completamente sufficienti a rispondere alla crescente domanda interna (180.000 immatricolazioni).

"EMERGENTI" IN DIFFICOLTÀ. SI SALVA IL SUDAFRICA
In India sono scese sia la produzione (-16% a quota 433.000) sia le vendite (da 687.000 a 606.000), così come in Brasile (produzione -13,6% a 658.000 mezzi e vendite a 993.000, -1%). Nel Continente Nero, il Sudafrica è il più grande produttore con 255mila veicoli (+2,9%) e anche il più grande "consumatore" con 205mila unità commercializzate (5.000 in più rispetto al 2013 ma allo stesso livello del 2008).

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino