OmniAuto.it
VW Commerciali, inizia l'era Renschler - Attualità e Mercato

12 marzo 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato, Volkswagen

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

VW Commerciali, inizia l'era Renschler

Il 56enne manager ex Daimler è subentrato a Östling alla guida della divisione commerciali

La “rivoluzione” di Andreas Renschler, il top manager che Volkswagen AG ha ingaggiato dopo il suo addio a Daimler, è cominciata. Il mandato del 56enne è quello di rendere efficiente la grande divisione dei veicoli professionali del Gruppo che include non sono soltanto i furgoni, ma anche i pesanti di MAN e Scania oltre ad altre produzioni, sempre di pesanti, oltreoceano. Il controllo dei due marchi (Man al 75%, Scania al 100%) è costato al colosso di Wolfsburg oltre 22 miliardi di euro. Un investimento che, adesso, deve dare i suoi frutti.

FUORI DAI GIOCHI LO SVEDESE
Tra le poche certezze dal suo insediamento, avvenuto ufficialmente lo scorso febbraio, ci sono alcuni nomi. Il primo è quello di Leif Östling, il 68enne ex numero uno di Scania e poi responsabile della Divisione, che malgrado la sostituzione avrebbe dovuto mantenere "un ruolo di grande importanza" all'interno del Gruppo. Invece, il suo contratto, che scadeva in agosto, è stato rescisso da Volkswagen pochi giorni fa (in Volkswagen lo definiscono ora "consulente esterno"). Le ragioni non sono note; esistono solo indiscrezioni, incluse dichiarazioni a un giornale svedese circa i rischi per l'occupazione, ma è probabile che il caso abbia degli strascichi legali.

ALLA HOLDING DUE MANAGER PER ACQUISTI E RICERCA E SVILUPPO
Poi ci sono quelli della probabile holding che dovrà occuparsi di far collaborare Scania e MAN per ottenere economie di scala stimate attorno agli 800 milioni di euro l'anno. In particolare nei settori degli acquisti e della ricerca e sviluppo. Per questo, la "squadra" di Renschler includerà Andreas Nielsen e Ulf Berkenhagen. Il primo arriva da MAN (ma ha trascorsi anche in Scania) e sarà il responsabile della R&D: la conoscenza delle due realtà (finora piuttosto recalcitranti a collaborare) dovrebbe fare di lui il manager ideale per questo delicato ruolo. Il secondo era stato prelevato da Audi e portato in MAN per occuparsi degli acquisti. La Holding dovrebbe essere una struttura estremamente snella, non più di una quarantina di persone, e si occuperà delle grandi scelte strategiche ed è evidente che l'autonomia dei due marchi sarà sempre più limitata.

FUTURE COLLABORAZIONI ANCHE SU MOTORI E TELAI
Tra i possibili e probabili ambiti di cooperazione ci saranno poi anche i motori, i cambi e telai. Dettagli non da poco sono la scelta della sede della divisione e cosa accadrà del ramo di azienda di MAN che, tra le altre cose, produce grandi motori Diesel per le navi. Di sicuro il quartier generale non sarà né a Monaco (dove si trova MAN) né a Södertälje (Scania), ma nemmeno ad Hannover (VW veicoli commerciali). A quanto pare, in qualche modo, pare essere una questione anche "diplomatica", oltre che funzionale.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino