OmniAuto.it
Hill Start Assist - Galleria Approfondimenti
Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 1 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 2 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 3 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 4 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 5 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 6 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 7 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 8 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 9 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 10 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 11 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 12 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 13 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 14 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 15 Risparmiare con l’assistente di partenza in salita - Galleria Approfondimenti- Thumb 16

12 novembre 2014
di Redazione
tag: Approfondimenti, Ford

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Risparmiare con l’assistente di partenza in salita

Un dispositivo semplice ma che ci salva da stress, usura di parti meccaniche e piccoli incidenti

I Flinstones avrebbero piazzato una pietra dietro le ruote posteriori. Poi è arrivato il freno a mano, quindi quello di stazionamento elettronico. E adesso, anche sui veicoli commerciali, c'è il sistema di assistenza alle partenze in salita. Con il freno a mano, l'autista doveva dimostrare la propria abilità nel rilasciare un pedale, togliere il blocco e accelerare, considerando anche lo sbilanciamento dovuto al carico. Qualcuno, tipi decisamente temerari considerato quello che può costare un passaggio in officina (fermo veicolo e spesa di riparazione) "giocava" con la frizione, a rischio di bruciarla. Oggi la tecnologia ci vien in aiuto offrendo lo strumento necessario a evitare tutto questo.

SEMPLICE NEL FUNZIONAMENTO MA SOFISTICATO
L’assistente di partenza è inutile in pianura, ma l'Italia è un paese ondulato ed è quasi impossibile centrare un percorso senza una salita, magari con una coda per lavori o a un semaforo. L'Hill Start Assist (così viene chiamato in alcuni modelli di furgoni tra cui il Ford Transit) entra in funzione sulla base dell'inclinazione del veicolo: la centralina di comando tiene bloccato il mezzo per un paio di secondi al massimo, il tempo necessario a chi sta al volante per rilasciare il pedale del freno e pigiare su quello dell'acceleratore. In ogni caso i freni vengono rilasciati quando il sensore stabilisce che la coppia è sufficiente a far avanzare il veicolo. Questa tecnologia "garbata" evita pericolosi scossoni e contraccolpi al carico dei veicoli commerciali o spegnimenti del motore.

UN OTTIMO INVESTIMENTO
Chi non ha mai usato l'Hill Start Assist, le prime volte si trova quasi "smarrito" e terrà comunque la mano sul freno a mano (non si sa mai), ma in seguito sarà grato all'ingegnere che lo ha brevettato e ai costruttori che lo hanno adottato (chi di serie, chi in opzione, generalmente a un prezzo più che abbordabile, soprattutto se comparato alla sua utilità), per lo più a cavallo tra i due millenni. Evita buone dosi di stress semplificando le ripartenze ed eliminando il rischio di slittamenti in condizioni critiche e con veicoli commerciali a pieno carico, così come danni alle parti meccaniche o alla carrozzeria.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino