OmniAuto.it
Pesce-cane cuida - Galleria Curiosità
Un pesce? No, un cane alla guida - Galleria Curiosità- Thumb 1 Un pesce? No, un cane alla guida - Galleria Curiosità- Thumb 2

1 aprile 2014
di Francesco Stazi
tag: Curiosità, Volkswagen

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Un pesce? No, un cane alla guida

Anche gli inglesi che parlano dei veicoli tedeschi possono essere molto simpatici

La Società per la Protezione degli Animali del Regno Unito e Volkswagen Veicoli Commerciali si sono unite nella nobile iniziativa di insegnare ai cani da salvataggio a guidare. Così, negli ultimi due mesi, i tre meticci, Tulip, Jacob e Harry, hanno imparato tutti i segreti della guida a bordo di un Volkswagen Amarok.

PILOTI QUASI PROVETTI
Gli amici a quattro zampe hanno sorprendentemente imparato a controllare i freni, le marce e anche il volante. Inizialmente i cani hanno imparato i movimenti di base del volante a bordo di un carrello di legno trainato. Successivamente dotati di un’apposita cintura di sicurezza sono stati messi alla guida di un Amarok a quattro ruote motrici da 180 CV. Per consentire ai cani di guidarlo le loro zampe anteriori hanno trovato posto sul volante e la leva del cambio, mentre la loro zampe posteriori su delle apposite estensioni attaccate ai pedali del freno e dell’acceleratore. Ovviamente la velocità dell’Amarok è stata limitata.

UN ESEMPIO IN NUOVA ZELANDA
Per quanto incredibile possa sembrare non è la prima volta che ai cani è stato insegnato a guidare. Nel 2012 un addestratore di animali, in Nuova Zelanda, ha, infatti, insegnato a due cani movimenti molto simili. Le persone che volessero vedere, o evitare, i cani alla guida del potente pick-up dovrebbero recarsi in Gran Bretagna e cercare un Amarok di color argento metallizzato con targa FR5T APR, che, in pratica, tradotto dall'inglese, significa: Primo Aprile, non sappiamo se sarete abbastanza curiosi!

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino