OmniAuto.it
porter-elettrici-da-milano-a-shanghai-v-parte - Galleria Eventi
Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 1 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 2 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 3 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 4 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 5 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 6 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 7 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 8 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 9 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 10 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 11 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 12 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 13 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 14 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 15 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 16 Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte - Galleria Eventi- Thumb 17

5 ottobre 2010
di Gabriele Bolognini
tag: Eventi, Piaggio

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Porter elettrici da Milano a Shanghai V^ parte

I veicoli della spedizione VIAC sono arrivati a coprire il 75% del loro viaggio

4 ottobre 2010
Almany, città kazaka di frontiera al confine con il Kirghizistan, ultimo baluardo prima della China.
Latitudine 43° 17' 34'' N
Longitudine 76° 56' 26'' E

Link delle precedenti puntate:

Partenza
Prima parte del viaggio
Seconda parte del viaggio
Terza parte del viaggio

L’impresa senza precedenti dei piccoli Porter elettrici autoguidati del VisLab di Parma, partita dall’Italia quasi in sordina, sta raccogliendo un grande successo mediatico in tutto il mondo.
L’accoglienza in Russia, anche nei paesini più sperduti (vedi foto), grazie alla diffusione on-line via internet è quasi commovente. Purtroppo lo stesso non si può dire del cavilloso apparato burocratico che ancora caratterizza fortemente i Paesi dell’ex Unione Sovietica. Infatti, spesso e volentieri, la spedizione è costretta a lunghe soste alle frontiere per risolvere e districare gli innumerevoli problemi d’ordine burocratico.
Riassumiamo qui le ultime tappe più salienti.

10 SETTEMBRE 2010 EKATERIMBURG
Mentre i tecnici della VisLab preparavano la consueta demo in una zona pedonale di Ekaterimburg con i veicoli senza conducente, un poliziotto locale, che evidentemente non era a conoscenza della loro presenza, visti i curiosi veicoli in movimento, si è avvicinato a loro per fermarli e parlare con il conducente.
Quando il tutore dell’ordine s’è accorto che quegli strani veicoli arancione si muovevano senza pilota è rimasto a bocca aperta con un’espressione di puro sconcerto disegnata sul volto.
A quel punto il gruppo di tecnici si avvicina divertito cercando di spiegare la situazione al giovane poliziotto che, evidentemente risentito per la gaffe, ha cominciato a richiedere i documenti dei veicoli e tutta una serie di permessi per circolare nell’area pedonale.
Insomma c’è voluto del bello e del buono per convincere il gendarme che era tutto in ordine e perfettamente legale. Alla fine, probabilmente grazie all’arte oratoria tipica italiana, tutto si è sistemato e la dimostrazione si è potuta svolgere senza altri intoppi.

15 SETTEMBRE 2010 OMSK
La spedizione ha avuto un caloroso benvenuto dalla popolazione locale con canti e balli, inoltre, secondo una tradizionale cerimonia locale di accoglienza è stato offerto loro pane e sale.

29 SETTEMBRE 2010 CONFINE TRA RUSSIA E KAZAKISTAN
Dopo aver viaggiato tutto il giorno finalmente la spedizione raggiunge il confine Kazako alle 04:30 del mattino. La li attende un’amara sorpresa: il visto russo di uno dei ragazzi dello staff è scaduto dalla mezzanotte! 12 ore di sosta presso gli uffici della dogana per risolvere il problema in mezzo alla steppa, circondati da mucche e cavalli al pascolo con una temperatura di 25° e un venticello leggero che inebria le narici di odore di letame.

4 OTTOBRE 2010 ALMATY
Giunta presso Almaty, la spedizione è entrata ieri pomeriggio nella grande città scortata dalla polizia. L’ingresso in città non è stata affatto facile a causa degli ingorghi di traffico e della guida scorretta degli automobilisti locali che sorpassano ovunque anche in presenza delle auto della polizia. Ciò nonostante i quattro piccoli Porter elettrici sono riusciti a coprire l’intero percorso in guida autonoma fino all’albergo suscitando scalpore e curiosità.
Un paio di giorni di rioposo prima di ripartire serviranno per pulire i camper ed eseguire il periodico check-up dei veicoli.

Alla prossima!

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino