OmniAuto.it
Incentivi 2013-2015, in arrivo - Eco e ambiente

7 febbraio 2013
di Francesco Stazi
tag: Eco e ambiente

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (1)

Incentivi 2013-2015, in arrivo

Con la pubblicazione del decreto attuativo si potrà accedere ai fondi per i veicoli ecologici

Gli incentivi per la rottamazione e l’acquisto di un veicolo ecologico nuovo sembrano essere finalmente una realtà. Dopo l’approvazione in commissione e la definitiva promulgazione attraverso sia il decreto sviluppo (legge 134/2012 artt da17 bis a 17 duedecies) sia attraverso la legge di stabilità 2013, si attende solo la definitiva approvazione del Decreto attuativo e la relativa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dopodiché basterà aspettare 13 giorni per poter accedere ai contributi.

UN SITO PER TUTTO
Nel frattempo è on line il sito www.bec.mise.gov.it dove viene offerto un quadro dettagliato dell’offerta di incentivi e delle modalità per accedervi che, diciamo subito, è essenzialmente destinata a professionisti e imprese vista l’ampia fetta (35,5 milioni di euro per il 2013) di fondi destinati a veicoli aziendali e a uso pubblico.

ROTTAMARE PER RISPARMIARE
La maggior parte delle risorse e tutte quelle che interessano i veicoli commerciali, sono subordinate alla rottamazione di un veicolo con più di 10 anni di età e, in ogni caso, della stessa tipologia del mezzo che si andrà ad acquistare (veicolo commerciale per veicolo commerciale, auto per auto etc.) Eccezion fatta per i fondi destinati all’acquisto di veicoli con emissioni di CO2 inferiori a 95 g/km (elettrici o ibridi) e aperti anche ai privati cittadini.

120 MILIONI IN TRE ANNI
Lo stanziamento complessivo per gli anni 2013, 2014 e 2015 è di 120 milioni di euro; per l’anno in corso, in particolare, è di 45 milioni suddivisi in modo da coprire il 20% del valore di acquisto del veicolo (prima delle imposte) fino a un massimo di:
- 5.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
- 4.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
- 2.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

OCCHIO AL RIVENDITORE
L’accesso agli incentivi avviene solo attraverso i rivenditori. Il contributo, ripartito in parti uguali tra uno sconto del venditore e il contributo statale, viene corrisposto direttamente dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto. I rivenditori saranno rimborsati del contributo dalle imprese costruttrici che, a loro volta, lo recupereranno sotto forma di credito d’imposta. Il venditore può scegliere se partecipare o meno all’iniziativa, registrandosi sull’apposita piattaforma, dunque l’acquirente che desidera usufruire dei contributi deve preventivamente verificare presso il rivenditore l’adesione da parte di quest’ultimo e la relativa disponibilità di risorse.

Su omniauto.it maggiori info sui contributi riservati alle autovetture.
Su omnimoto.it
maggiori info sui contributi riservati alle moto

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino